Chiudi

client


Design Connection Campari Soda, la prima collezione di design senza etichette.

Campari Soda e Design: un binomio inscindibile che ha origine con il progetto della bottiglietta più iconica dell’aperitivo, frutto dell’estro di Fortunato Depero e dalla lungimiranza di Davide Campari. Così è nato il primo aperitivo “ready to drink” della storia, senza etichette dal 1932.

Una caratteristica di prodotto che oggi si rivela in uno stile di vita; quello autentico di chi vive la vita senza etichette, a partire dall’aperitivo.

 

Oggi, insieme a Ogilvy, Campari Soda scrive un nuovo capitolo della sua storia nel design spogliandosi di un’ulteriore etichetta, quella di “bottiglia”, per reinventarsi in tre oggetti simbolo del design: una lampada, un orologio e un appendiabiti.
Questi sono gli oggetti che compongono la Design Connection Campari Soda, la prima collezione di design senza etichette.

 

Il progetto nasce dalla collaborazione con tre designer emergenti: Serena Confalonieri, Matteo Agati e Augustina Bottoni che, #SenzaEtichette e senza limiti, si sono cimentati rispettivamente nella creazione di una “Lampada Senza Maschere”, per accendere l’aperitivo, un “Orologio Senza Fretta”, per goderselo appieno, e un “Appendiabiti Senza Fronzoli”, per spogliarsi di ogni formalità. Quest’ultimo pezzo è frutto dell’innovativa collaborazione tra designer e utenti online attraverso le Instagram Stories Poll sul canale @camparisoda_official. Utenti che così hanno potuto dare un feedback immediato alla designer Augustina Bottoni lungo tre step di progettazione dell’oggetto.

 

Una collezione di design che sarà ospitata in maniera permanente in una delle gallerie di design più famose di Milano: la Galleria Campari.



Indietro